Home Annunzi & Annunci La Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani

La Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani

da Redazione
353 visualizzazioni

Dal 18 al 25 gennaio 2022, si sta svolgendo la Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani (SPUC), anche se, purtroppo, alcuni eventi sono stati cancellati a causa della pandemia.

In Oriente abbiamo visto apparire la sua stella e siamo venuti qui per onorarlo”: questo è il versetto biblico, tratto dal Vangelo di Matteo al capitolo 2, che è stato scelto per la SPUC 2022 dal Consiglio delle chiese del Medio Oriente con sede a Beirut, in Libano.
Questo tema ci richiama immediatamente alla solennità dell’Epifania, che abbiamo da poco celebrato e che rappresenta la manifestazione di Nostro Signore che non conosce confini e si apre a tutti i popoli della terra. Scrivono i promotori sulla pagina web dedicata del Consiglio ecumenico delle chiese: “Mai come in questi tempi difficili sentiamo il bisogno di una luce che vinca le tenebre, e quella luce, come proclamano i cristiani, è stata manifestata in Gesù Cristo”.

È quanto mai significativo che la scelta sia caduta sui Magi e sul loro avventuroso pellegrinaggio intrapreso per adorare il Bambino Gesù. Abbiamo ancora nitida dinanzi a noi l’immagine di queste emblematiche figure di uomini che intraprendono un lungo viaggio, con tutti gli annessi disagi e pericoli, inseguendo la luce di una misteriosa stella che li guida fino alla capanna di Betlemme. Sono mossi indubbiamente da un desiderio di ricerca, da una nostalgia, come ha scritto don Manlio nella sua riflessione sul presepe, che li inquieta e li spinge a mettersi in viaggio, a non rimanere fermi, ad affrontare chissà quali peripezie. Altrimenti, senza questo desiderio che li smuove da dentro, quella stella non l’avrebbero neppure vista sorgere e sarebbero rimasti al sicuro ed al chiuso dei loro palazzi come il re Erode.

Ebbene, i Magi simboleggiano tutti i popoli della terra (tutti quelli all’epoca conosciuti), rappresentano culture diverse, ma li accomuna il desiderio di vedere e di conoscere il Re appena nato. La stella che li guida è “segno della presenza amorevole di Dio per tutta l’umanità” – si legge nei testi congiuntamente preparati per la settimana dal Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani e dalla Commissione Fede e Costituzione del Consiglio ecumenico delle Chiese. Essa con i suoi raggi, essa conduce l’umanità verso una luce più grande, che è “Gesù, Luce nuova che illumina ogni persona” e la conduce “alla gloria del Padre e allo splendore della sua luce” (v. ancora il testo preparatorio della SPUC).

I Magi, in definitiva, “ci rivelano l’unità di tutti i popoli voluta da Dio” e ricordano a tutti noi cristiani, Cattolici, Ortodossi, Protestanti, che siamo “chiamati ad essere un segno nel mondo dell’unità che Egli desidera per il mondo” (v. ancora il testo preparatorio della SPUC).

di Gianfranco Bognandi

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su ACCETTO acconsenti al loro utilizzo. ACCETTO Scopri di più