Home Annunziando Il mese di Maggio. Ricordi d’infanzia

Il mese di Maggio. Ricordi d’infanzia

da Redazione
556 visualizzazioni

E’ un’emozione grande prendere carta e penna per poter descrivere quanto la memoria lontana mi permette di ricordare.

Per me e per noi bambini era un appuntamento importante poter vivere con la presenza fisica, ma soprattutto con il cuore il MESE DI MAGGIO, mese dedicato alla nostra “MAMMA MARIA MADRE DI GESU'”.

Facevamo a gara chi arrivava per prima in chiesa portando in mano rose e gigli raccolti nei nostri giardini, primizie da offrire alla Madonna. Il profumo che emanavano richiamavano per me qualcosa di sacro, sembrava di toccare il cielo con le mani e incontrare personalmente la Mamma Celeste, tanto era forte il desiderio di conoscere la Madonna.

Il nostro appuntamento era fissato alle ore 16 in Basilica. Venivamo accolte dalle catechiste, le quali ci invitavano ad un momento di silenzio e raccoglimento per poi procedere alla recita di dieci Ave Maria.

Seguivano delle preghierine che noi bambine/i  rivolgevamo alla Madonna in base a quanto il nostro cuore ci suggeriva, per i genitori, i nonni, zii, ammalati e per quanti avevano bisogno di preghiere e di sostegno da parte della Madonna.

Ci veniva affidato ogni giorno un piccolo impegno per vivere bene ed essere graditi alla Mamma Celeste.

A conclusione della preghiera, seguiva un momento importante che tutti noi bambini aspettavamo con ansia, “IL SORTEGGIO DELLA STATUETTA DELLA MADONNINA”. Chi aveva la fortuna di vincere la portava a casa per un giorno intero fino al successivo appuntamento in Basilica.

Era un dono grande poter godere della presenza di “Maria” nella propria casa.

Tutta la famiglia, era impegnata non solo a custodirla ma soprattutto pregarLa, presentare a Lei  tutte le ansie, le preoccupazioni e perché no anche le gioie che la famiglia viveva. In  quella occasione anche i vicini di casa partecipavano alla preghiera, soprattutto​ la recita del Santo Rosario. Il giorno successivo alla stessa ora la statuetta della Madonna faceva ritorno in Basilica per poi continuare per tutto il mese il pellegrinaggio nelle nostre famiglie. A conclusione del mese di maggio veniva fatto il sorteggio finale di piccole statuette della Madonnina.

Per noi tutti era una gioia grande, se eravamo fortunati, portare a casa la statuetta della Madonnina. La Sua presenza ci stimolava a continuare nella preghiera ad essere più buoni e ubbidienti ai genitori, ai nonni… e a voler bene i nostri compagni.

Spero sia così anche per i nostri ragazzi della catechesi. Amare la Madonna, sentirla Amica e Compagna di vita, Lei che ci ha donato Gesù suo Figlio che con la sua vita, morte e resurrezione ci ha donato la salvezza.

Buon Cammino e Buon Mese di Maggio alla scoperta del volto radioso di Maria.

di Pina Fronte

1 commento

rosariapiazfz36m 11 Maggio 2022 - 14:04

Grazie,Pina articolo delicato che mi ha suscitato una certa emozione e un dolce ricordo.Anche io per un giorno ho avuto la Madonnina a casa ed i vicini di casa venivano a recitare il Rosario Complimenti carissima

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su ACCETTO acconsenti al loro utilizzo. ACCETTO Scopri di più