Home Annunziatelo sui tetti Commento alla Domenica di Pentecoste – 2021

Commento alla Domenica di Pentecoste – 2021

da Redazione
666 visualizzazioni

Oggi è giorno di festa, Pentecoste! Giorno in cui si realizza la promessa del Padre: “Vi darò un cuore nuovo, metterò dentro di voi uno Spirito nuovo …” (Ez 36,26)

Dio padre realizza le sue promesse attraverso Gesù, a cui riversa lo Spirito Santo con abbondanza traboccante. Mentre Gesù stava in preghiera, dopo il battesimo del Battista “il cielo si squarciò e scese su di Lui lo Spirito Santo, in apparenza corporea, come di colomba” (Lc3,21). Quello stesso Spirito che riceve dal Padre nel Giordano, Gesù lo riversa sulla chiesa nascente e quindi su tutti noi. È la preghiera di Gesù a fare aprire il cielo e a far scendere in maniera visibile e pubblica lo Spirito Santo, affinché tutti riconoscano che Gesù è il Figlio inviato dal Padre: “Tu sei il figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto.” (Lc 3,21)

Il Vangelo di oggi evidenzia la promessa che Gesù fa ai suoi discepoli, prima di tornare al Padre. “Quando verrà il Paraclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito di verità … Egli darà testimonianza di me e anche voi date testimonianza, perché siete con me da principio…

Tale promessa si adempie nel giorno di Pentecoste, quando lo Spirito Santo sotto forma di vento gagliardo e di fuoco, scende sugli Apostoli e su tutti i discepoli presenti nel Cenacolo.

Non hanno più paura gli Apostoli, sospinti dal vento dello Spirito Santo, spalancano le porte ed escono fuori ad annunciare che Gesù è il Signore, morto e risorto, che Gesù è vivo.

Con ardore proclamano il Vangelo della salvezza: “Mi sarete testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria e fino agli estremi confini del mondo” dice Gesù Risorto ai discepoli, che stanno a porte chiuse nel Cenacolo. (At 1,8).

“Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà Lui, lo spirito di verità, vi guiderà a tutta la verità…

Gesù ha rivelato tutta la verità.

Lo Spirito non ha più da aggiungere nulla: la verità va maturata dentro gradualmente, rinnovata, illuminata dalla luce dello Spirito Santo, attualizzata, vivificata; ecco il compito dello Spirito Santo.

I discepoli non sono ancora in grado di portarne il peso. La verità desidera cuori liberi, staccati dalle cose di questo mondo, cuori innamorati di Dio.

Il fuoco di Pentecoste brucia tutto ciò che sa di peccato, libera, purifica e apre la mente e il cuore alla Parola, che sta dentro come assopita; fa intraprendere un cammino di conversione.

La Parola di Dio, la preghiera, i Sacramenti ci aiutano a crescere nella fede, nell’amore del Signore e a sentirci figli amati da Dio, figli dello stesso Padre, senza distinzione di lingua, di razza, di colore, quindi “fratelli tutti” , così Papa Francesco intitola la sua lettera enciclica.

Egli mi glorificherà- leggiamo nel Vangelo di oggi– perc prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà…”  Ecco il segreto della glorificazione: Gesù si sente figlio amato dal Padre, tanto amato che non esita a fare la Sua volontà fino in fondo, fino al sacrificio della croce ed è questo grande amore che glorifica Gesù.

Anche noi ci sentiamo figli amati dal Padre e lo siamo realmente, per cui in Gesù riceveremo, un giorno, la stessa gloria.

La Pentecoste, quindi, non è altro che una immersione totale dell’amore di Dio.

di Irene Genovese

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su ACCETTO acconsenti al loro utilizzo. ACCETTO Scopri di più