Home Strada facendo… Una “squadra speciale” per la salvezza del nostro pianeta

Una “squadra speciale” per la salvezza del nostro pianeta

da Redazione
458 visualizzazioni

Anche quest’anno, abbiamo concluso l’anno catechistico con il  nostro consueto appuntamento del campeggio estivo ma per i nostri bambini di terza elementare è stata un’esperienza nuova perché, per la prima volta, lo hanno vissuto appieno  pernottando tutti insieme per una notte. Per tale motivo sono arrivati carichi di entusiasmo e aspettative, e noi nn potevamo di certo deluderli.

Tutte le attività sono state pensate ed organizzate in funzione dell’enciclica di Papa Francesco che pone l’attenzione sul tema importantissimo dell’ecologia e della salvaguardia del nostro pianeta, la nostra “casa comune”. Abbiamo cercato di far riflettere i bambini sull’importanza del rispetto della natura e di tutti gli esseri viventi, su come relazionarci col creato e con gli altri, soprattutto i più deboli e bisognosi. In riferimento a tutto ciò il titolo del nostro campeggio è stato: “Laudato sì”.

Dopo aver accolto i bambini ed esserci sistemati nelle rispettive camere, momento questo ricco di fervore e gioia esplosiva, abbiamo dato il via alle attività, centrate sul riciclo e riutilizzo ai fini di evitare ogni spreco. Ognuno di noi infatti può contribuire nel suo piccolo a migliorare la salute del nostro pianeta impegnandosi in piccoli gesti quotidiani per non sprecare l’acqua, il cibo, l’energia elettrica. Ai bambini sono stati presentati due pianeti, uno sporco e inquinato, pieno di rifiuti di ogni tipo, ricercati e collocati  su di esso da loro stessi, e uno pulito, coperto da tutte le meraviglie del creato, donateci da Dio ( alberi, fiori, animali) ed incoronate da un bellissimo arcobaleno, che i bambini hanno realizzato tutti insieme in un laboratorio creativo, utilizzando materiali di riciclo. Riguardo invece al necessario per realizzare tutto ciò, forbici, pennarelli, colla ecc., hanno potuto reperirlo solo dopo aver partecipato ad una divertentissima caccia al tesoro, fatta di indovinelli da risolvere e prove da superare tutti insieme, perché “insieme è più bello”.

Questo gioco ha avuto l’obiettivo di far loro comprendere che ognuno di noi può contribuire, con il proprio aiuto e le proprie  caratteristiche, a raggiungere un obiettivo comune, che unisce e rende tutti una “squadra speciale”. C’è chi è più veloce, chi più intuitivo, chi più riflessivo. Ognuno è diverso dall’altro e sono queste diversità ad arricchire le nostre relazioni, il nostro mondo. Perché oltre ad attenzionare l’ecologia intesa come cura del pianeta  abbiamo voluto esaltare l’ecologia delle relazioni, intesa come cura dell’altro.

Sono stati due giorni pieni di energia, emozioni, idee, creatività ma anche momenti in cui sono emerse insicurezze, fragilità e … nostalgia della mamma, che tutti insieme abbiamo affrontato e superato. Questo sono i bambini di questa età e in questo sta il loro splendore. E non c’è niente di più bello che guardare i loro occhi pieni di gioia e tornare a casa un pò stanchi, si ma colmi d’amore, quell’amore che solo vivendo tutti insieme nell’abbraccio del nostro Padre possiamo sperimentare.

Le catechiste e i bambini di 3^ Elementare

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su ACCETTO acconsenti al loro utilizzo. ACCETTO Scopri di più