Home Annunziando L’amore familiare: vocazione e via di santità. L’incontro mondiale delle famiglie.

L’amore familiare: vocazione e via di santità. L’incontro mondiale delle famiglie.

da Redazione
527 visualizzazioni

Il prossimo incontro mondiale delle famiglie si svolgerà a Roma dal 22 al 26 giugno, ed avrà un carattere multicentrico e diffuso nelle diocesi di tutto il mondo. Si potranno ascoltare e vedere in streaming gli eventi a Roma con il Santo Padre, e ogni Chiesa diocesana potrà vivere un’esperienza ecclesiale sulle tematiche proposte.

Quali sono i punti fondanti di questo evento?

Chiesa domestica e sinodalità. La famiglia riconosce in sé stessa dei doni che è chiamata ad offrire alla Chiesa, e la Chiesa, a sua volta, riconosce e valorizza la presenza della famiglia come soggetto di evangelizzazione. È necessario che le famiglie prendano coscienza di tale ruolo.

L’amore familiare: meraviglioso e fragile. La vita matrimoniale implica accettare che il matrimonio è una necessaria combinazione di gioie e di fatiche, in un cammino che spinge gli sposi a prendersi cura l’uno dell’altro.

Identità e missione della famiglia cristiana. La famiglia cristiana oggi è chiamata a riscoprire la sua specifica missione all’interno della Chiesa. Quanto più i coniugi sono consapevoli che la loro Chiesa domestica è partecipe della vita e della missione della Chiesa universale, tanto più i figli saranno invogliati a dedicare le loro energie al servizio del regno di Dio.
I giovani d’oggi vanno aiutati a scoprire dentro di loro la voce di Dio che li chiama e li invita a seguire un cammino per realizzarsi nella vita.

Catecumenato matrimoniale. Il cammino di preparazione al matrimonio ha bisogno di essere rinnovato e rinvigorito mediante un percorso catecumenale, che con la riscoperta del battesimo accompagni i fidanzati in maniera approfondita, senza abbandonarli dopo la celebrazione del rito. Il matrimonio non è un punto di arrivo, ma una vocazione, un cammino di santità che abbraccia tutta la vita. Appare sempre più urgente la necessità di accompagnare gli sposi, in modo particolare nei momenti più critici della vita familiare. La comunione familiare che scaturisce dal sacramento del matrimonio, incarna lo stile di comunione che dovrebbe esserci all’interno della Chiesa, in quanto la Chiesa è famiglia di famiglie, costantemente arricchita della vita di tutte le Chiese domestiche. Anche all’interno della Chiesa l’uomo e la donna, nella loro mascolinità e femminilità, hanno un ruolo diverso e importante. Essi sono chiamati a vivere la loro reciprocità nella comune missione ecclesiale.

Famiglia via di santità. La santità è rispondere alla chiamata che Dio fa ad ogni persona nel suo stato di vita. Gli sposi e le famiglie sono chiamati a farsi santi attraverso i gesti della loro quotidianità, che è fatta di faccende domestiche, lavoro, educazione dei figli, lutti, malattia, rapporto tra fratelli, con le gioie e le preoccupazioni che tutto questo porta con sé.
Una comunione familiare vissuta bene è un vero cammino di santificazione nella vita ordinaria e di crescita mistica.
L’amore che si vive all’interno della famiglia rivela un’immagine, seppur velata, dell’infinito amore di Dio, che è un amore “nuziale”.
Dopo che Dio ci ha donato suo figlio e dopo che Gesù si è offerto di morire in croce per salvarci, allora l’amore di Dio ci è apparso concreto e abbiamo cominciato ad intravedere il mistero di un amore così grande.
Ecco perché San Paolo può iniziare a togliere il velo e noi possiamo scorgere, nell’amore tra un uomo e una donna, qualche cosa dell’amore di Dio.

A chi è rivolto l’incontro mondiale delle famiglie?

Questo è rivolto a tutte le famiglie in cammino. Ogni storia di una famiglia è solcata da crisi di ogni genere, che sono anche parte della sua drammatica bellezza. Non si vive insieme per essere sempre meno felici, ma per imparare ad essere felici in modo nuovo. In nessun caso bisogna rassegnarsi a una curva discendente, a un deterioramento inevitabile, a una mediocrità da sopportare. Ogni crisi va percepita come l’occasione per arrivare a bere insieme il vino migliore.

Ma questo si allarga alle coppie in cui un coniuge non è credente. Amare il coniuge non credente, dargli felicità, alleviare le sue sofferenze e condividere la vita con lui è un vero cammino di santificazione.
L’amore di Dio con la sua forza trasformatrice fa sì che il marito non credente viene reso santo dalla moglie credente e la moglie non credente viene resa santa dal marito credente.

Una particolare apertura è a favore dei divorziati non risposati, fedeli al sacramento. Le persone divorziate ma non risposate, che sono testimoni della fedeltà matrimoniale, vanno incoraggiate e sostenute: grazie ad esse, infatti, è resa credibile la bellezza del matrimonio indissolubile e fedele per sempre. Destinatari dell’evento e della riflessione sono anche i divorziati che vivono una nuova unione. E’ importante fare sentire che sono parte della Chiesa. La Chiesa accompagna con attenzione e premura i suoi figli più fragili, segnati dall’amore ferito e smarrito, ridona do fiducia e speranza, come la luce del faro di un porto in mezzo alla tempesta.

La nostra comunità partecipa a questo evento, con una celebrazione eucaristica dedicata e animata dalle famiglie, nella giornata di mercoledì 22 giugno, a cui tutte le famiglie sono invitate a partecipare. In questa ogni coppia farà un particolare atto di affidamento all’Amore, sorgente di ogni vocazione, forza che tutto unisce e rinnova. Inoltre sabato 25 e domenica 26 giugno è organizzato un weekend per coppie presso la Madonna della Scala, dove saremo guidati da una giovane coppia esperta di pastorale familiare sulle tematiche della famiglia.
Sarà un’occasione di riflessione, meditazione e scambio di esperienze, per dirci ciascuna coppia a che punto siamo e cosa possiamo fare per progredire nel nostro cammino di santità.

Buona settimana della famiglia a tutti!

di Emanuele e Carmela Sudano

Immagine: Icona di Ivan Rupnik appositamente scritta per l’incontro delle Famiglie 2022.

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su ACCETTO acconsenti al loro utilizzo. ACCETTO Scopri di più