Home Annunziando Legami di amicizia per il bene della nostra Ispica

Legami di amicizia per il bene della nostra Ispica

I giovanissimi e il bene comune.

da Redazione
244 visualizzazioni

In questi ultimi incontri, noi giovanissimi di AC della Parrocchia SS. Annunziata, abbiamo parlato del bene comune e abbiamo compreso che il bene comune è tutto ciò che permette il benessere di tutti: mio, tuo e dell’altro. Ci siamo soffermati a rintracciare il bene comune nella nostra amata Ispica.
Sinceramente noi giovani abbiamo rintracciato poco bene e tanto male, ecco perché abbiamo deciso di rivolgerci a lei per provare insieme a trasformare il male in bene comune. Tra i tanti mali che vorremmo risolvere ci sono i parchi giochi che sono in uno stato di incuranza: altalene mancanti o rotte; scivoli pericolanti e giostre che si staccano; la piscina comunale è caduta nel dimenticatoio: alcuni di noi non ne sapevano l’esistenza appunto perché nessuno è mai riuscito ad utilizzarla; pochi spazi di per noi giovani che non sappiamo cosa fare e dove andare la sera o anche nel pomeriggio: i giovani vanno fuori città per divertirsi; per poter arrivare alla pista dei gocart serve per forza un veicolo; inoltre, anche le passeggiate nei posti più affollati diventano un pericolo: poco controllo e poca la sicurezza; mancano punti di ristoro soprattutto per i visitatori del nostro paese che non sanno dove pranzare dopo aver fatto una lunga escursione.
Anche i servizi pubblici non sono curati, scarsi collegamenti con le città limitrofe e con la nostra costa balneare. I servizi igienici pubblici non sono accessibili perché non presentano le condizioni igieniche che ne permettono l’utilizzo. Ogni giorno gli studenti che devono prendere gli autobus per andare a scuola hanno dubbi sulle puntualità o sulla presenza del mezzo, alcune volte addirittura non arriva neanche. Ci rendiamo conto che il bene comune non si può realizzare da soli ma è necessario che ognuno si assume la propria responsabilità nei confronti dell’altro; ognuno di noi deve amare l’altro e avere a cuore il benessere dell’altro.
Noi giovani siamo qui oggi perché siamo disposti a metterci al servizio della città per far rispettare le regole e vivere in un ambiente più pulito, sicuro e sano. Noi vi chiediamo, però, di avere da parte vostra un ascolto più attento delle nostre problematiche, delle nostre difficoltà a vivere la nostra città che tanto amiamo. Siamo certi che questo nostro incontro sarà l’inizio di uno splendido legame di amicizia e di collaborazione per il bene della nostra Ispica e di tutti i nostri fratelli che ci abitano.

Grazie ancora per averci permesso di essere qui oggi e per aver ascoltato e accolto i nostri malesseri.

I giovanissimi di Ac

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su ACCETTO acconsenti al loro utilizzo. ACCETTO Scopri di più