Home Annunzi & Annunci “Su misura per te”. Ha preso avvio il nuovo anno catechistico 2021 – 2022

“Su misura per te”. Ha preso avvio il nuovo anno catechistico 2021 – 2022

da Redazione
339 visualizzazioni

Tanti bambini e ragazzi con gioia e trepidazione hanno partecipato all’inaugurazione che si è tenuta sul sagrato della Basilica della SS. Annunziata. Una festa di inizio anno semplice e genuina che ha entusiasmato i cuori di quanti, ragazzi e giovani, sentono un grande desiderio di “normalità” che, negli ultimi due anni, è sembrata quasi una chimera.

Dopo il bans di benvenuto che ha accolto ciacun gruppo di catechesi, dai bambini di prima elementare ai ragazzi di terza media, è stato ballato l’inno dell’acr che quest’anno ha come slogan “Su misura per te!”.

I catechisti per spiegare in modo semplice e diretto il cammino dell’anno, si sono cimentate in una breve scenetta, recitata quasi a soggetto, ambientata in una sartoria: la sartoria è, infatti, il luogo dove si realizzano gli abiti su misura, dove ognuno è guardato per ciò che è e per il quale viene pensato e creato qualcosa di unico. Il sarto, da un pezzo di stoffa, tagliando, cucendo e decorando, crea un abito che si adatterà a colui che dovrà indossarlo.

Il cammino di quest’anno, dunque, si snoda sulle quattro fasi della lavorazione in sartoria: ispirazione e materiali; taglio e cucito; l’abito su misura; gli accessori e le decorazioni.

L’arte della sartoria è un meticoloso esercizio di pazienza che richiede uno sguardo attento ma che alla fine si compiace e si stupisce nel vedere indossato l’abito sognato che concede la bellezza di guardarsi diversi perché trasformati dalla nuova creazione.

La domanda che caratterizza il percorso formativo di quest’anno è: “Mi guardi?” ed esprime il desiderio, non solo dei piccoli ma anche dei più grandi, di essere visti: ogni ragazzo cerca l’attenzione dei suoi coetanei e degli adulti. Bambini e ragazzi hanno bisogno che qualcuno si accorga della loro crescita e del passo avanti che giorno dopo giorno riescono a fare, ciascuno a suo modo, ciascuno per ciò che è.

Ognuno di loro ha, inoltre, il desiderio di essere accolto nelle proprie fragilità, a non essere guardato in modo superficiale ma attento perché ciò aiuta anche a vedersi e a riconoscersi nella propria unicità e originalità. Essere riconosciuti dà pienezza alla vita di ciascuno.

Buon cammino ai sarti-catechisti affinchè facciano, con la buona stoffa che hanno in ogni gruppo di catechesi,  un abito su misura per Gesù!

di Elisa Burgio

(In foto: Inizio anno catechistico – 10 ottobre 2021)

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su ACCETTO acconsenti al loro utilizzo. ACCETTO Scopri di più