Home Strada facendo… Questa è casa tua. La Festa del Ciao 2023 al Parco Forza

Questa è casa tua. La Festa del Ciao 2023 al Parco Forza

da Redazione
458 visualizzazioni

Anche quest’anno si è  tenuta la festa del Ciao, precisamente il 14 Ottobre, che ha coinvolto tantissimi bambini e ragazzi che insieme ai loro genitori (anche nonni), agli educatori e don Manlio hanno condiviso un pomeriggio all’insegna del “STARE BENE CON GLI ALTRI IN MEZZO ALLA NATURA”. È proprio questo lo spirito con cui ha inizio l’anno catechistico – ACR; il tema dell’ACR che quest’anno ci accompagnerà è improntato sulla Riserva Naturale considerata non solo come un posto da visitare ma come un Bene Comune, di cui occuparci, di cui prenderci cura, praticamente … casa nostra!

Musica, gioia, sorrisi, momenti di riflessione ci hanno accompagnato tutto il pomeriggio, dalle 15.30 in poi, immersi in una location naturale, bellissima, nostra, che è il Parco Forza che per anni è stato chiuso ma adesso ristrutturato e sistemato per poter essere visitato da tutti.

Prima di dividerci in gruppi, per fasce d’età, ci siamo recati nel ristrutturato ampio anfiteatro in cui i ragazzi del post cresima avevano preparato balli, sketch ed immediatamente dopo alcuni rappresentanti delle realtà comunitarie (Associazione Don Bosco, Caritas, Confraternita, Rinnovamento nello Spirito e Azione Cattolica) hanno raccontato cosa e come “operano” all’interno della parrocchia.

Dopo un momento di riflessione ci si divide per gruppi per iniziare le attività. I piccolissimi di ACR di età fino ai 5anni, i bimbi di 1′ e di 2′ elementare in un posticino all’ombra di un pomeriggio caldo hanno giocato e fatto attività con l’utilizzo di foglie, fiori in uno Stand denominato “Memory”; i ragazzi di 3’e 4′ elementare hanno, nel loro stand “Chi semina raccoglie”, toccato con mano cosa significa iniziare a mettere i semi in un vaso, prendersene cura e vegliare su di esso nel vederlo germogliare.

I più grandetti, di 5’elementare e di 1′ media si sono calati nella veste di fotografi e nel loro stand “Il Fotografo”, hanno ricreato con materiali semplici (legno, cartoncino e colori) macchina fotografica e disegni.

I ragazzi di 2′ e 3′ media nello stand “Il Biologo” si sono cimentati alla descrizione di un animale, insetto, o foglia in modo preciso e reale. I giovanissimi del post cresima hanno animato tutti i momenti calandosi nella parte dei conoscitori esperti della riserva naturale.

Il vocio dei bambini, le risate fragorose dei ragazzi nell’inventarsi, nel cimentarsi, nell’essere complici, ci ha dato maggior consapevolezza nel pensare che … stare insieme è impagabile e che stare a contatto con la natura, i suoi colori, i luoghi è ricchezza, bellezza da custodire.

Ritrovarsi, successivamente attraverso un sentiero, accanto ai resti della Basilica della SS. Annunziata per un momento di preghiera insieme per la pace nel mondo, è stato emozionante. Lì si trovano le nostre radici, il luogo sacro dell’incontro con Dio di tanti nostri antenati.

Bisogna riscoprire la bellezza nello stare insieme, nel vivere i luoghi come casa comune, in fondo la prima Riserva Naturale è proprio la parrocchia, che ci accomuna, in cui ci ritroviamo, grandi e piccini e in cui ci prendiamo certi impegni. Ma la riserva è anche la nostra Città, che diviene sempre più abitabile grazie alla nostra conoscenza, proprio come avviene nella conoscenza dei particolari e degli abitanti protagonisti di una riserva naturale.

Un grazie a tal proposito va a chi ha permesso lo svolgersi di questo bellissimo evento in questo luogo favoloso: il Comune di Ispica e l’Ente Parco Kamarina e Cava Ispica, Sindaco e Direttore, che hanno accolto la proposta incoraggiandola.

Ogni festa che si rispetti termina, con una dolce merenda, realizzata dai gruppi parrocchiali per i ragazzi e i bambini e da un gadget realizzato proprio dai genitori presenti che ogni volta, partecipano in tanti ed attivamente. E’ stata la numerosa presenza di papà e mamme ad impreziosire il momento, donando anche l’opportunità di crescere insieme, in comunità, avviando un percorso con le famiglie che nel corso di questo anno proveremo a vivere. Avanti tutta … nella nostra casa.

di Melinda Nobile

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su ACCETTO acconsenti al loro utilizzo. ACCETTO Scopri di più