Home Annunziando Mese della Pace: di chi mi prendo cura?

Mese della Pace: di chi mi prendo cura?

da Redazione
452 visualizzazioni

All’inizio della Seconda Fase del cammino di Acr di quest’anno,“Questa è Casa Tua”, ai bambini viene chiesto di prendersi cura della loro area protetta, che rappresenta il luogo giusto per crescere, maturare e scoprire come mettersi al servizio degli altri per essere tutti fratelli. In particolare, in questo che è il Mese della Pace, i bambini si riconoscono CHIAMATI da Dio ad essere custodi del Creato. Per questo sono accompagnati nella conoscenza e promozione dei corretti comportamenti da adottare e mettere in pratica per tutelare e conservare il Creato. Uno dei modi in cui questa tutela si coniuga, è quello della cura delle relazioni e di chi ci sta accanto.

Per approfondire questo aspetto, sabato 20 gennaio i piccoli di prima, seconda e terza elementare hanno incontrato e conosciuto Sergio Di Stefano e Flavia Sudano, due giovani volontari della Croce Rossa Italiana di Ispica, i quali hanno spiegato di chi si prende cura la Croce Rossa: malati, anziani, accoglienza degli immigrati, e cura dell’ambiente in particolari situazioni di emergenza. I bambini hanno rivolto loro delle domande chiedendo quanto tempo fa la Croce Rossa è stata fondata e da quanto tempo svolgono questo servizio. Al termine dell’incontro hanno fatto fare ai bambini un giochino digitale: lo scopo era quello di far apprendere loro gli strumenti che occorrono quando si presta soccorso a qualcuno. È stato proiettato uno zainetto con accanto una radio, una cassetta medica, l’acqua, le scarpe, la frutta, il cibo a lunga conservazione, un’agenda con i contatti di emergenza. I bambini dovevano indovinare quali tra queste cose sono indispensabili da portare quando si va in soccorso di qualcuno. I bambini hanno partecipato attivamente rispondendo con entusiasmo. Alla fine, abbiamo ringraziato Sergio e Flavia per averci dedicato il loro tempo e fatto una foto di gruppo tutti insieme a ricordo di questo incontro.

L’incontro con Sergio e Flavia ha permesso ai nostri piccoli di conservare la realtà della Croce Rossa Italiana operante a livello nazionale e sul nostro territorio Ispicese in particolare: una realtà dedita alla cura delle persone attraverso il servizio gratuito del volontariato. I bambini hanno potuto scoprire uno dei tanti aspetti della cura del Creato, ma anche l’importanza attraverso il servizio gratuito del volontariato. Tocca a me? È il mio turno? Alle domande che il nostro cammino Acr, siamo tutti chiamati a rispondere mettendoci in gioco per diventare cittadini attivi a far crescere i luoghi in cui viviamo. Perché ciascuno di noi deve avere a cuore preservare e custodire la vita di tutti.

di Ludovica Moltisanti

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su ACCETTO acconsenti al loro utilizzo. ACCETTO Scopri di più