Home Annunziatelo sui tetti Alleniamo il cuore. Commento alla I DOMENICA DI AVVENTO

Alleniamo il cuore. Commento alla I DOMENICA DI AVVENTO

da Redazione
581 visualizzazioni

All’inizio del Tempo di Avvento accogliamo il primo commento al Vangelo di questa domenica pensato dai ragazzi di I Media. Avremo la gioia durante questo tempo forte di leggere i commenti che di volta in volta i nostri bambini e ragazzi elaboreranno. Buona domenica di Avvento a tutti!

 

Inizia oggi il tempo di Avvento, tempo forte dell’anno liturgico che, come uno squillo di tromba, sembra “svegliarci” per ricordarci il senso ultimo della nostra vita: incontrare il Signore che viene.

Questo tempo ci ricorda che ogni giorno, anche se a volte noi non ce ne accorgiamo, Gesù ci offre delle occasioni per crescere e per amare.

Egli nel Vangelo di oggi, ci dice che per vivere bene questo tempo dobbiamo stare attenti e ci invita a “sollevare il capo”, a “non appesantire i nostri cuori” e a “vegliare pregando”. Cioè, ci invita ad “allenarci” per poter dare il meglio di noi stessi, così come suggerisce il percorso che abbiamo pensato per questo Avvento 2021. E’ tutta questione di allenamento! Più ci si allena più ci si migliora, nello sport, nella vita, nel nostro rapporto di amicizia con Gesù.

Gesù, all’inizio di questo cammino di Avvento, ci  dice di  “sollevare il capo” dalla tristezza, da cui a volte ci facciamo prendere, e cercare la felicità scambiandoci i sorrisi non solo con i nostri amici ma anche con i nostri “avversari” così che apprezzando tutti  potremo ascendere alla strada di Cristo. “Sollevare il capo” vuol dire anche guardare al futuro e agli obiettivi che ci siamo prefissati nella vita non distogliendo lo sguardo da Gesù e da chi ha bisogno del nostro aiuto.

Egli ci invita a “non appesantire i nostri cuori”  distraendoci da tutto ciò che non ci fa avvicinare a Lui: per esempio evitando l’abuso del cellulare (al quale noi ragazzi “attacchiamo” il nostro cuore), fuggendo la noia e la pigrizia, non portando rancore o non provando antipatia ma guardando la  parte ”bella” di ogni persona che ci sta accanto e condivide con noi la vita (genitori, insegnanti, amici… ). Gesù ci chiede anche di non farci prendere dalla disperazione quando ci capitano momenti brutti e ci invita a fidarci sempre di Lui.

Ecco che arriva il consiglio, il segreto perché tutto ciò possa realizzarsi: “vegliate pregando”. Quando preghiamo dobbiamo farlo “allenando” il nostro cuore cioè trovando ogni giorno del tempo per parlare con Gesù come si parla ad un amico. Ciò ci aiuterà ad essere attenti alle occasioni di bene che abbiamo e ad attuarle.

Possa questo tempo di Avvento essere un tempo di significativa speranza per tutti. Dio verrà quando vorrà … non solo a Natale. Viene ogni giorno: negli eventi della vita, negli altri, nei poveri, nei sofferenti. Egli sceglie tempi e mezzi e noi dobbiamo essere attenti e pronti per questi momenti speciali.

Buon cammino d’Avvento!

(Armando, Andreea, Costanza, Chiara C., Giovanni C., Samuele, Luca, Gabriel

e le catechiste del gruppo di catechismo di 1^ media)

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su ACCETTO acconsenti al loro utilizzo. ACCETTO Scopri di più