Home Volere Volare La Pace siamo noi. Inviati speciali in cerca di pace

La Pace siamo noi. Inviati speciali in cerca di pace

da Redazione
341 visualizzazioni

La settimana scorsa noi bambini di Volere Volare abbiamo vissuto una nuova esperienza: come dei veri e propri giornalisti, dotati di penne e quaderni per gli appunti, telefoni e tablet per le foto, domande e badge ufficiali come quelli che portano gli inviati, siamo andati in giro nei quartieri del Cantiere per intervistare alcune persone e sentire le loro idee sulla pace. Le interviste sono state interessanti e abbiamo appuntato tutto. Ecco quanto le persone ci hanno detto.
I valori che compongono la pace sono il rispetto di tutti e della diversità, la condivisione, la libertà, l’uguaglianza, il rispetto delle regole, la convivenza civile, la giustizia, l’armonia.

La parola pace fa pensare al dialogo, in famiglia e con tutti, alla semplicità dei bambini, è un programma di vita.
La pace in un disegno sarebbe un mappamondo colorato con tante mani piccole e grandi che si tengono per mano, una colomba col ramoscello di ulivo, un disegno di colori, una donna col vestito bianco che corre libera, un prato verde.
La pace è bellissima, è il cielo, il vento, le piante…è importante per tenere l’equilibrio del mondo e tra le persone, è andare d’accordo, io capisco l’altro e lo aiuto, è amore.  Il contrario di pace è la guerra, l’egoismo, il litigio. È stato molto bello ascoltare tutte le risposte dai nostri amici, abbiamo vissuto dei momenti di dialogo che ci sono piaciuti. E ci hanno colpito due frasi sulla pace; la prima è che la pace è importante perché dobbiamo rendere il mondo migliore; l’altra è che nasciamo nella pace perché siamo un tutt’uno con l’universo. La pace, quindi, dipende da ognuno di noi!
Vogliamo ringraziare tanto i nostri amici per averci accolto nelle loro case e averci donato il loto tempo.

I bambini di Volere Volare

LA MIA ESPERIENZA DI INVIATO SPECIALE
Durante il mese di maggio, noi bambini del Cantiere “Volere Volare” ci siamo trasformati in giornalisti e fotografi e abbiamo svolto delle interviste a cinque famiglie del quartiere di sant’Antonio. Il tema era la PACE.
Questi incontri sono stati molto interessanti perché abbiamo ascoltato e riflettuto su tanti diversi punti di vista sulla pace.
Tutti affermano di preferire la pace, ma non sempre è semplice o scontata. Non bisogna fare la guerra per opinioni o pensieri diversi. In famiglia, a scuola, al cantiere, per strada, tra amici ognuno deve essere costruttore di pace! La pace si può costruire in tanti modi: non litigando, ascoltando e accettando le opinioni degli altri, volendo bene e rispettando le altre persone di qualsiasi colore, nazione, lingua o in qualsiasi modo si vesta. Non si deve mai escludere una persona, anche se la pensa diversamente. Dobbiamo volerci bene perché tutti hanno il diritto di essere felici e vivere serenamente.

Cantiere Educativo “Volere Volare”
Nour Malika

1 commento

Franca 13 Giugno 2024 - 09:35

Grazie piccola Malika🙏

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su ACCETTO acconsenti al loro utilizzo. ACCETTO Scopri di più