Home Annunziando Un viaggio nella nostra casa. Un percorso per giovani coppie

Un viaggio nella nostra casa. Un percorso per giovani coppie

da Redazione
677 visualizzazioni

“Costruire il NOI è come edificare una casa ed è un grandissimo investimento. Ogni mattone è necessario perché si unisce a tutti gli altri.”

Queste poche parole, tratte dal libro “Noi” dei coniugi Righi ed Epicoco, che abbiamo avuto l’onore e il privilegio di conoscere, dipingono in maniera suggestiva la visione del matrimonio come una casa, da costruire e valorizzare giorno dopo giorno.

E proprio questo concetto di casa è il tema principale del percorso per giovani coppie, che stiamo seguendo in parrocchia, accompagnati dai coniugi Di Benedetto e Giuliana e sotto la guida spirituale del nostro caro Don Manlio.

Crediamo fermamente che i primi anni della vita di una coppia sono  importanti e dovrebbero essere oggetto di una attenzione particolare. Sono spesso gli anni che determinano uno “stile di vita“ di coppia e familiare, ed è quindi importante partecipare a cammini  come questi, che aiutano a far crescere la coppia nella giusta direzione.

Il fine di questo cammino è, appunto, quello di consolidare il dono che le coppie hanno ricevuto nel giorno della celebrazione del matrimonio: con la grazia del sacramento la vita cambia nello spirito, e dunque la coppia deve poter maturare nell’accoglienza di questo dono.

Come ci suggerisce anche Papa Francesco nell’Amoris Laetitia, la vita di coppia richiede un continuo mettersi in gioco: «La missione forse più grande di un uomo e una donna nell’amore è questa. Rendersi a vicenda più uomo e più donna. Far crescere e aiutare l’altro a modellarsi nella sua propria identità. Per questo l’amore è artigianale».

Il percorso che ci è stato proposto è stato incentrato sul tema della casa coniugale: la casa diventa così metafora della vita di coppia, divisa in tante  stanze, che rimandano ad altrettanti aspetti dell’esistenza: ascolto, condivisione, riposo e accoglienza.

Nelle scorse settimane, ad esempio, abbiamo focalizzato l’attenzione sulla porta di entrata e sull’ingresso, come immagine dell’accoglienza.

Attraverso la creazione di gruppi di condivisione e confronto delle coppie presenti, abbiamo potuto ascoltare le singole esperienze e testimonianze sul tema dell’accoglienza, accoglienza di Dio nella coppia e accoglienza dell’altro.

E’ stato bello aprirci agli altri e lasciarci coinvolgere dalla loro vita, ed è proprio questo quello su cui punta il cammino: confrontarsi, ascoltarsi e arricchirsi delle esperienze e delle testimonianze altrui.

Le coppie-guida ci hanno aiutato ad approfondire alcuni argomenti e a facilitare la comunicazione all’interno della singola coppia e anche tra i vari partecipanti e questo ci ha arricchito sia umanamente che spiritualmente.

Riflettendo su queste tematiche, e riflettendo su quali sono le fondamenta della nostra unione abbiamo approfondito e condiviso ciò che davvero conta nella vita a due, per costruire una casa solida e resistente alle intemperie della vita, come quella di questi versi tratti dal Vangelo di Matteo:

«Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia» (Mt 7,25).

Ci auguriamo dunque che questo cammino di riflessione ci porti verso una relazione dialogica e costruttiva dove crescere attraverso quell’amore donato che tutto trasforma.

di Luigi e Valentina Cardamone

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Cliccando su ACCETTO acconsenti al loro utilizzo. ACCETTO Scopri di più